Interviste

Cristina Lodi di 2FashionSisters: “La mia vita da blogger, tra celebrity, sport e web fiction”

Manager d’azienda, digital pr e ufficio stampa di giorno, fashion e lifestyle blogger di notte e in ogni momento libero. Stiamo parlando di Cristina Lodi, di 2FashionSisters; una donna energica, determinata, eclettica, amante della scrittura, della lettura e della moda in tutte le sue sfaccettature. “Non è alla moda, la moda la fa“, come dice Cesare Cremonini in una sua canzone, perché per lei tutto ciò che è fashion diventa passione. Cristina Lodi dice di essere diversa dalle altre fashion blogger, pur stimando alcune di queste come Chiara Ferragni. Ma per cosa si distingue? Ce lo siamo fatti spiegare proprio da lei.

Come è nata l’idea di creare il blog 2FashionSisters?
L’idea è nata 3 anni fa. Già addentrata nel settore del fashion e del luxury, aprire un fashion blogger posso dire che è stata una naturale conseguenza. È stato quasi indispensabile. Ho creato 2FashionSisters con mia sorella Chiara che è una stilista di scarpe e vive a Parigi, ma attualmente il blog lo gestisco da sola. Grazie al mio bagaglio di esperienze nel settore della moda, del beauty, delle risorse umane e delle public relation, ho deciso di creare un diario online che comprendesse la lifestyle a 360 gradi.

Quindi in 2FashionSisters cosa possiamo leggere?
Un po’ di tutto. Parlo di tendenze, di must have, di beauty. Ma c’è anche la sezione travel, motori ed eventi.

Per eventi intendi le principali kermesse di moda che si svolgono in tutta Italia, dal Pitti alla Fashion Week milanese?
Sì, ma non solo. Grazie alla mia rete di contatti, collaborando con celebrity ed occupandomi dei social e dell’ufficio stampa di un noto sportivo, spesso sono invitata ad eventi esclusivi dei quali parlo sempre sul blog.

A proposito di Pitti Uomo, terminato da poco a Firenze, hai partecipato?
Sì.

C’è qualcosa che ti ha colpito, nel bene o nel male?
Sono rimasta colpita, purtroppo negativamente, dalla sfilata di Moschino. Questa maison mi è sempre piaciuta, ho apprezzato la collezione Barbie e quella Mc Donald, ma per me l’ultima non ha rappresentato assolutamente l’uomo di tutti i giorni, ne tantomeno la moda di tutti i giorni. L’ho vista come una provocazione eccessiva e non mi è piaciuta.

Secondo te qual è il modello maschile che dovrebbe sfilare in passerella?
Vorrei vedere  il mio amico Aldo Montano ed i suoi compagni della nazionale di sciabola e il nuotatore Filippo Magnini. La moda ha bisogno di uomini sportivi, di uomini veri. 

Parliamo di must have: cosa non deve mancare assolutamente nell’Estate 2015?
I colori vivaci e la comodità sempre e comunque. Io credo che non ci siano schemi precisi nella moda, ognuno deve sentirsi a proprio agio.

E il costume più trendy dell’estate?
Personalmente metterò molti costumi a fascia, perché sono quelli che mi piacciono di più. Consiglio anche il modello intero, ma per indossarlo bisogna avere un fisico perfetto.

E per completare il tuo beachwear cosa aggiungi?
Pareo, cappello, occhiali da sole e infradito.

L’infradito in spiaggia e per uscire?
Adoro le zeppe, perché le trovo femminili ma anche comode. Non escludo, però, le infradito particolari, non quelle di gomma, ma quelle gioiello che rendono bello il piede.

Il piede d’estate è tra le parti più importanti da curare: secondo te è meglio lo smalto normale o il semipermanente?
Dipende. Direi entrambi. Io spesso opto per il semipermanente, ad esempio ora ce l’ho sia sulle mani che sui piedi viola. Tra poco però lo toglierò per applicare uno smalto della Guerlain color acqua.

Sei stata anche all’Expo?
Ancora non ho avuto il modo, sono stata impegnatissima, ma presto ci andrò.

A quali impegni lavorativi ti stai dedicando in questo periodo?
Sono stata per lavoro a Santa Caterina dello Ionio, per il progetto “Cinque blogger al sud” e sono anche tra le protagoniste della web fiction “DesideriAMO”, nella quale impersonifico me stessa, una fashion blogger con tutti i suoi difetti esaltati all’ennesima potenza. Sarò anche la blogger ufficiale di Mare D’Amare la principale fiera del beachwear.

Hai altri progetti per il futuro?
Personalmente sto valutando alcune proposte come testimonial e perché no anche la mia partecipazione a qualche programma televisivo. Mi piacerebbe lanciarmi nel curare l’immagine di alcuni campioni dei cosiddetti sport minori, occuparmi delle partnership e seguire i clienti nei progetti. Ma ora mi godo il presente e faccio un grandissimo in bocca al lupo a un amico sportivo che sta lottando per la qualificazioni di Rio 2016 e che fra pochi giorni avrà i mondiali!!! Noi ci crediamo.

Foto dal blog 2FashionSisters. Credits Luca Branchetti.

Redazione

“Ho dei gusti semplicissimi. Mi accontento sempre del meglio”, diceva Oscar Wilde. E anche noi siamo così. Per questo ogni giorno parliamo del meglio della moda e dei suoi protagonisti, famosi o destinati a diventarlo, ma sempre pieni di talento.
Back to top button
Privacy